Zerfaliu

Cultura, tradizioni, sapori

mobile

Simaxis (OR)

stampa crea pdf invia il link
Simaxis: san Simmaco papaIl paese di Simaxis (pron. simàʒiz, 2000 abit.) si trova tre km a sudovest di Zerfaliu. I due centri sono collegati anche da una strada campestre, in passato la principale via di collegamento. Questa attraversa il fiume Tirso con un guado, a lato del quale si trova il nuraghe sepolto de "Su barroccu 'e is pedras".
Secondo la leggenda, Simaxis sarebbe il paese natale di San Simmaco Papa(1) (da qui il toponimo "Simaxis"), ma non vi sono documenti che suffragano tale ipotesi. Il paese è stato distrutto nel 1637 in occasione dell'invasione francese. Occorsero quasi due secoli perché il paese tornasse ad essere popolato, dopo la bonifiche delle paludi. La chiesa parrocchiale, edificata nel 1837 nel sito ove sorgeva la casa natale di San Simmaco, risale a tale periodo. Da allora la popolazione è aumentata in modo sensibile, passando dagli 886 del 1861 ai 2157 del 2001 (2).
Simaxis: san Simmaco papa La principale festività religiosa è il patrono San Simmaco, festeggiato l'ultima domenica di gennaio e il 19 luglio. Il comitato dei cinquantenni organizza i relativi festeggiamenti civili.
Ulteriore ricorrenza di interesse per il turista è la sagra del riso di ottobre, finalizzata a valorizzare il principale prodotto agricolo di Simaxis, coltivato diffusamente nel territorio.

(1) Pontefice dal 498 al 514
(2) in tale censimento è conteggiato San Vero Congius, aggregato al comune di Simaxis in epoca successiva


pdfEvoluzione demografica di Simaxis

Altri paesi del circondario

Copyright © 2007‐2017 Daniele Carrau
Nota: questo non è il sito istituzionale del Comune di Zerfaliu,
e neppure della Pro loco di Zerfaliu

ubuntu logo
Pagina caricata in 0.002 secondi
aggiornata il 22-03-2009 alle ore 13:02:00
Copyright © 2007-2017 Daniele Carrau
http://zerfaliu.altervista.org/simaxis.php